PXP è sempre alla ricerca di talenti e influencer con cui collaborare e far crescere il marchio. Ma a volte sono gli artisti stessi a inviarci l'amore, come spesso accade con Ghenda. Beatmaker, cantante, collaboratore di alcuni dei più grandi nomi, concentriamoci sull'uomo di cui sentirete parlare molto di più nei prossimi anni.

Ghenda, il talento nascosto

Nella storia del rap francese, abbiamo visto molti artisti considerati Uomo nell'ombra, ma il cui lavoro ha avuto grande importanza e riconoscimento nel settore. Se il pubblico non li conosce, di solito è per una mancanza di comunicazione aggressiva, ma il talento c'è. Ghenda è uno di loro. L'artista, originario di Viry-Châtillon, nella regione francese del 91, ha molte corde al suo arco, essendosi fatto conoscere prima come beatmaker. In particolare, ha lavorato al grande successo \"MMM\", di Naza, uno dei momenti salienti del 2017, ma anche dell'anno successivo, con la vittoria degli azzurri nella Coppa del Mondo, che hanno tutti ballato sulla strumentazione di Ghenda e Binguy, come testimoniano numerose storie sui network. Inoltre, ha fatto parte del team che ha realizzato il mega-hit \"Comportement\" di Aya Nakamura. E l'elenco non si ferma qui: ha lavorato a diversi brani di Niska, Keblack, Zola, Sam's, il rapper-attore di \"Validé\", Benash, Kalash Criminel, e compare persino nei crediti di scrittura di un brano di Florent Pagny, \"Je veux en voir encore\". In breve, come avrete capito, ha lavorato con tutti i grandi nomi, o quasi, oltre che con una serie di altri rapper e artisti meno noti.

Ghenda è soprattutto appassionato di musica e ritmo. È senza dubbio per questo che ha voluto passare dall'altra parte del microfono e realizzare i propri brani, e persino due progetti da solista nel 2020 e nel 2021. Ancora una volta, con successo. Come il suo feat con Hiro, \"Toi et moi on se sait\", che ha superato il milione di visualizzazioni. Sebbene il lavoro su questo lato del microfono non abbia ancora riscosso un grande successo, non dovrebbe tardare a farlo, perché la qualità è più che presente, è ovunque. Gli strumenti sono efficaci, le atmosfere, svettanti o molto ballabili, sono ben riuscite, insomma un disco impeccabile per l'artista del '91. Allo stesso tempo, non sorprende che la regione del 91 sia praticamente diventata la capitale della musica in Francia negli ultimi dieci anni. C'è un vero e proprio fermento culturale nel dipartimento e questo lo ha certamente aiutato a entrare rapidamente in contatto con i grandi artisti della zona, come Niska e altri. A contatto con tutti questi artisti di successo, ha continuato a lavorare sulla sua musicalità e sulle sue melodie, e oggi è un artista davvero completo e versatile. Non ha nulla da invidiare ai grandi nomi del settore, tranne forse la sua visibilità.

Ma anche in questo caso, Ghenda ci sta lavorando. Non troppo, perché preferisce concentrarsi sulla sua musica, ma ha un account Instagram con oltre 13.000 follower, che alimenta regolarmente con post e storie (di cui parleremo più avanti). Fa anche molti remix e cover, in particolare su Spotify, con un discreto successo anche lì. Nei suoi video, lavora sempre di più sul lato visivo, oltre che su quello dell'abbigliamento, spesso accompagnato dai suoi occhiali da sole e da abiti molto eleganti. La sua musica ha molte influenze africane e isolane (rumba, zumba, raggaeton), ma quando si tratta di ballare il tip tap, Ghenda non esita a lasciarsi andare all'esuberanza di Kanye West, un maestro del suo mestiere, o a mise più solari. Project X Paris È una versatilità che noi di !

Ghenda & PXP, il vero amore

Anche noi abbiamo lavorato spesso con lui. In particolare in occasione delle nostre feste di inaugurazione e degli eventi speciali, dove spesso era lui a gestire l'atmosfera come DJ, e anche in questo caso era ovviamente al top della forma. Vorremmo ringraziarlo per questo, ma anche per tutte le volte che ci ha mandato un messaggio attraverso i network, postando foto o video in cui indossa capi Project X. O anche nei suoi video musicali: nel video di \"LOSSA\", nel 2020, indossava una vecchia giacca della nostra collezione \"Graffiti\", ancora disponibile e aggiornata da allora. street È un grande stile, per un brano che sembra piuttosto tranquillo, ma il cui testo parla della strada e della vita veloce. È un aspetto della personalità di Ghenda che non dovrebbe essere trascurato, così come per tutti i veri ragazzi del '91. Un altro elemento essenziale per un inverno di successostreetwear è il piumino. Anche in questo caso, ha fatto la scelta più originale, con il piumino PXP riflettente e trapuntato per il video \"Parlons peu parlons bien\".

Project X Paris Infatti, siamo spesso presenti nei suoi video, come nel clip di \"Dope\", uno dei suoi brani migliori, dove si veste all'inizio del video con una giacca sopra una maglietta di PXP. La giacca fa parte di un insieme \"blu/nuvole\" che gli sta molto bene, con i suoi occhiali da sole, come sempre, e il suo taglio elaborato. Ghenda ha stile, lo sa e gli piace metterlo in risalto, un tratto di personalità che è praticamente un must del rap francese di questi tempi. Sono finiti i tempi in cui tutti indossavano la stessa tuta Tacchini e lo stesso cappellino, e ogni artista deve avere il proprio stile, perché l'immagine è troppo importante, e molto più presente di un tempo.

Volevamo davvero concentrarci su Ghenda, un artista importante del movimento urbano francese il cui lavoro merita di essere conosciuto meglio. Il nostro ruolo a PXP non può limitarsi a collaborare con artisti all'apice del loro successo, ma abbiamo anche l'obbligo di aiutarvi a scoprire i nuovi talenti che ci passano davanti agli occhi, e chiaramente questo è uno di loro! Ovviamente gli auguriamo tutto il meglio per il futuro, e speriamo di rivederlo molto presto in una delle nostre serate di apertura, dove la sua presenza è sinonimo di grande suono in generale!